lunedì 1 settembre 2008

Matematica in cucina

Parmigiano reggiano, prosciutto di Modena, salame, mortadella, coppa di testa, ciccioli, zampone, cotechino, gnocco fritto, crescentina (ma noi pianurani diciamo tigella), pesto modenese, tortellino, borlengo, aceto balsamico, lambrusco, nocino, bensone.

Tutto questo (mancano i tortelloni di ricotta e spinaci, mh) e altro ancora sull'ultimo numero di Rudi Mathematici.

Ah, c'è anche un matematico modenese.

4 commenti:

ricciele ha detto...

Un matematico modenese? Fossi mica te? Mo' controllo.

professore ha detto...

Un matematico modenese famoso, gioia e dolore degli studenti.

sara ha detto...

prof,lo sa ke la regola di ruffini nn me la ricordo mica...credo ke nn se la ricordi nessuno...ah prof, cm sta agata???

professore ha detto...

La regola di Ruffini devono conoscerla tutti... (Agata sta bene, passa dal letto al divano, dal divano a un altro letto, senza soluzione di continuità)