giovedì 21 gennaio 2010

Perle

Uno



e due



(Classe quinta superiore, eh)
(C'han la patente)

18 commenti:

Anonimo ha detto...

Prof, il mio ragazzo è un matematico, non ha la patente (fatto abbastanza comune nella vostra razza) ma con l'italiano non va proprio d'accordo. Correggere la sua tesi (da 110 e lode) tra i vari tag math mi ha fatto perdere millemila diottrie!

zar ha detto...

Mah, questi matematici :-)

E dire che dovrebbero aver letto qualcosa anche loro, nella loro vita...

Popinga ha detto...

Come si fa a passare da un linguaggio naturale a uno simbolico se non si conosce quello naturale? Ho il dubbio che spesso l'innumeracy sia una conseguenza dell'illitteracy, che l'analfabetismo linguistico preceda quello matematico. Se molti studenti (nel primo biennio) non sono in grado di interpretare un semplice testo giornalistico, come si può pretendere che interpretino il testo di un problema geometrico, spesso scritto, ahimé, in modo un po' criptico?

giovanna ha detto...

Tragicomico un po'...
ma vengo a sorridere
(ché in questi gg sono disperata con i miei di terza - media -)!
g

zar ha detto...

Una mia collega ha la figlia che frequenta il liceo classico: un errore di questo tipo in una verifica di matematica le è costato un voto (da 8 è passata a 7, niente di gravissimo, però...).

Si narra che "ai nostri tempi" un errore di questo tipo, fatto in una verifica di italiano, si sarebbe tradotto in una insufficienza automatica. Adesso l'ortografia non ha quasi più peso, nella valutazione.

[Ecco, continuo a rileggere la frase qua sopra perché non sono sicuro di aver usato il tempo giusto... "si sarebbe tradotto". Mah, speriamo che vada bene :-)]

giovanna ha detto...

>> Adesso l'ortografia non ha quasi più peso, nella valutazione.

E ti credo, sarebbero tutti "gravemente insufficienti". Anzi, oggi: 4 !
E, se io correggo *orrori* ortografici e/o sintattici, mi fanno "spallucce": tanto non è matematica :-(
g

ps: "si sarebbe tradotto" mi pare vada bene. Mi pare! :-)

Anonimo ha detto...

Si, ma non riesco a spiegarmi come mai una persona che riesce a farti ingannare il tempo per un viaggio di cinque ore in treno "raccontandoti" della funzione di Dirichlet. E "illuderti" che da un quadrato puoi togliere un quadrato e quel quadrato rimane sempre un quadrato. Per questo amo i (ehm... uno ed uno solo!) matematici e la matematica quando resa affascinante.
Ps. Mi ha conquistato con la palla pelosa... che maniaco!

Anonimo 6:40

zar ha detto...

Eh eh, da noi si chiamava "teorema della non pettinabilità della palla da tennis", o della noce di cocco.

Gianluigi Filippelli ha detto...

Quando, un po' di tempo fa, ho partecipato come esercitatore ai corsi di Calcolo 2 per ingegneria, correggendo i compiti abbiamo trovato anche di peggio.
In quell'occasione ho anche provato a proporre penalizzazione, ma la proposta non è passata, ed è anche comprensibile, visto che avrebbe cambiato di poco l'esito (generalmente negativo) della prova.

topor ha detto...

finchè non ci van giù pesi fin dalle elementari non c'è speranza...

giovanna ha detto...

voglio proprio sostenere topor:
finchè non ci ri-van giù ...
g

giovanna ha detto...

oops, topor, ho fatto copincolla ...
*finché*
eheh siamo in tema ... :-)

Nicolò ha detto...

Quello che ha scritto il primo strafalcione, è uno che chiede anche come si scrive Israele. Non ci stupiamo!

galliolus ha detto...

Non è la patente, è che votano. E il loro voto conta quanto il tuo.

(Approvo totalmente Popinga)

cicci ha detto...

avrà la patente, ma anche questi dovrebbero avere ormai una certa "maturità"...http://www.ilgiornale.it/interni/troppi_strafalcioni_allesame_stato_avvocati_bocciatura_massa/16-02-2010/articolo-id=422270-page=0-comments=1

purtroppo l'articolo non cita i pezzi forti: PATE' D'ANIMO e AGLI ANTILOPI (invece che antipodi) -.-

cicci ha detto...

http://www.ilgiornale.it/interni/troppi_strafalcioni_allesame_stato_avvocati_bocciatura_massa/16-02-2010/articolo-id=422270-page=0-comments=1

cicci ha detto...

mmmmm temo di non poter lasciare link :/
ecco parte dell'articolo:

-Troppi strafalcioni All’esame di Stato per gli avvocati bocciatura di massa-
Chissà, magari saranno pure imbattibili con i numeri del codice civile e penale, ma a quanto pare hanno qualche serio problema con l’italiano. E così gran parte degli aspiranti avvocati di Bari e Foggia che si sono cimentati con l’esame professionale per il momento dovrà accantonare la toga e mettere mano alla grammatica. Nel corso delle prove scritte i candidati sono infatti incappati in una serie di strafalcioni: «Habbiamo» invece di «abbiamo», «violenza delle norme» al posto di «violazione delle norme», per non parlare di «applicazione della personalità» in luogo di «esplicazione della personalità» o di «correzzione» con la doppia zeta. Insomma, errori da brivido che di certo non potevano passare inosservati e hanno finito con il relegare in secondo piano le argomentazioni giuridiche.
I compiti sono stati corretti a Torino. E uno dei commissari ha alzato il velo sul campionario di svarioni grammaticali riferendo di essersi trovato di fronte a lavori pieni di «errori di morfologia, grammatica e sintassi». «Al punto che – prosegue – abbiamo mandato all’orale solo una media di tre candidati su dieci. E con grande fatica», precisa. (...)

zar ha detto...

Il link non è venuto nel commento, ma nell'email che mi avvertiva del commento sì. Mah.