venerdì 23 maggio 2008

Il motore Stirling

Il nonno di un mio studente fabbrica motori Stirling per hobby. Il nipote ne ha portato uno in classe:



Quello sullo sfondo sono io.



Questa foto è stata presa col motore in movimento.

Ci abbiamo giocato per un po'. Collega Elettronica (laureata in fisica) ne ha già ordinato uno per la scuola, io ho cominciato a domandare quanti giri può fare al minuto, lei ha pensato di utilizzare un encoder, poi abbiamo discusso su come lo si potesse accoppiare al volano, sui ricordi di Fisica 1, sul funzionamento del motore, sul fatto che se fornito di energia meccanica può diventare una pompa di calore. Gli studenti si sono divertiti moltissimo...

(Anche perché hanno avuto il permesso di usare i cellulari per fare le foto e hanno visto due loro insegnanti comportarsi come veri geek — o come bambini, il che è circa la stessa cosa)

8 commenti:

Maurizio ha detto...

Senti, Prof, e te l'ha regalato? E cosa si può fare per averne uno?

doc ha detto...

Piacerebbe anche a me poterne avere uno. C'è l apossibilità? Quanto verrebbe a costare?

professore ha detto...

Siete matti? No, no, non me l'ha regalato. Ne ho visti, una volta, a una fiera di hobbisty, forse si trovano anche su internet, ma non so nulla. Provo a chiedere se li vende, comunque.

Anonimo ha detto...

prof e' un mito!

professore ha detto...

Palèsati, o anonimo...

(Che meraviglia, ho scritto hobbisty :-) )

Ronkas ha detto...

Da tenere sulla scrivania preferisco le vecchie 4 palline che ribalzano vicendevolmente.
Questo è veramente troppo kitch.

professore ha detto...

Questo, però, funziona. Esistono anche dei modelli che funzionano se appoggiati su una mano, o su un pezzo di ghiaccio.

professore ha detto...

(Raccontano di cifre intorno al migliaio di euro)