giovedì 6 dicembre 2007

È intelligente, ma non si applica

Questa non è della mia scuola e quindi posso raccontarla senza timori...

La studentessa fa, dall'inizio dell'anno, la settimana corta. Va a scuola dal martedì al venerdì, mentre il lunedì e il sabato non si fa mai vedere. Passa settembre, passa ottobre, ci sono i consigli di classe, i ricevimenti dei genitori, la studentessa viene redarguita.

Poi non la si vede più a scuola. Cos'è successo?, domandano gli insegnanti. Sa, prof, la studentessa è in vacanza. Come in vacanza? Eh, sì, lei ha promesso che da ora in poi verrà a scuola anche il lunedì e il sabato, e i genitori le hanno dato un premio. Adesso è, per due settimane, alle Seychelles, poi torna.

Comunque sia, la studentessa ha finito le vacanze già da un po' di tempo, ma pare che ora faccia la settimana cortissima: a scuola non l'hanno più vista.

7 commenti:

Sonny&Me ha detto...

Scommettiamo che sarà promossa con la media dell'otto?

Ronkas ha detto...

Non fa ridere. :(

Ricciele ha detto...

No aspe'. lei ha ricevuto un premio per aver PROMESSO che andava sempre a scuola, PRIMA di esserci tornata veramente? E vabbe', io boccerei i genitori, eh.

Anonimo ha detto...

Noto nella colonna dei libri i vari eriadan, deficients & Dragons e soprattutto il nuovo di Evangelisti. Stavo per comprarmelo, ma me lo farò regalare per natale eh eh eh
gusti simili eh :)))

professore ha detto...

Lei ha promesso, i genitori hanno premiato subito... Diciamo che le hanno dato un incentivo.

obi ha detto...

Concordo con Ronkas.
Poi ci si lamenta coi professori che non fanno da "educatori"...hahahahahaha!!! qua ( e non solo) siamo di fronte ad una mancanza di educatori da varie generazioni, ci andavano le cinghiate...ma ai genitori tempo fa.

Filippo ha detto...

Inutile scandalizzarsi per questa generazione di genitori inutili.