mercoledì 4 ottobre 2006

Ormoni

Un gruppetto di ragazzi e ragazze di seconda è passato davanti alla porta (aperta) della prima, dove io ero appena entrato per fare lezione. Si sono fermati a salutare, e dalle ragazze sedute in aula è arrivata una richiesta: "Prof, li faccia entrare!".

Dico ai maschietti affacciati alla porta: "volete entrare a fare una sfilata?". E loro subito sono entrati in bell'ordine, hanno sfilato davanti alla cattedra, hanno accolto con grazia gli sguardi delle fanciulle, e sono usciti. "Bene, ragazzi, adesso andate che io devo fare lezione, e magari anche voi...", ho cercato di concludere.

"Proooof, no!", lamento dalla parte maschile della prima, "faccia entrare anche le ragazze!". Ormai rassegnato, mi rivolgo allora anche alle ragazze: "volete entrare anche voi?".
"Nono, noi non entriamo", risponde una.
"Dai, vi vogliono ammirare, via!", insisto.
"Prof, se io entro posso fare lezione con lei invece che tornare nella mia classe?", domanda quella alla quale ho dato nove l'anno scorso.
"Certo che no!", affermo con convinzione.
"Bene, io entro lo stesso". Entra, e si va a sedere in un banco vuoto, di fianco a un povero piccolo maschietto indifeso.

Allora io entro, mi siedo alla cattedra, e dico: "bene, adesso la nuova arrivata ci farà una bella lezione introduttiva alla geometria!".
"Nononono", risponde la nuova arrivata, poi si alza ed esce fulminea, chiudendo la porta.

"Nooo, prof!", si lamenta il povero piccolo maschietto indifeso di cui sopra. "E adesso, come faccio? Non poteva lasciarla qui?". Si sporge verso la sedia lasciata vuota dalla fanciulla e comincia ad accarezzarla e annusarla. Fischi da parte dei compagni maschi. Gelidi sguardi di disapprovazione da parte delle compagne femmine.

Mi sono seduto e mi sono detto: "e adesso come faccio a spiegare geometria?".

1 commento:

Gillen ha detto...

Leggende metropolitane?
No, realtà.
La classe 1990 è la più sfortunata, per minor quantità di ragazze iscritte al nostro istituto. Di fatto, relativamente alla suddetta classe, i corsi A e B non hanno mai visto studentesse in ben 3 anni...
Ma mai è sopraggiunta la muta rassegnazione, anzi, nell'ambiente proliferante di testosterone si è sempre sviluppata una certa atmosfera di complicità nel commentare la fauna femminile.

Salvateci!