giovedì 5 marzo 2009

È un pazzo con la bava alla bocca


Un accanito modellista ha costruito un dodecaedro di Rubik: qui tutte le fasi della costruzione.

Alcune statistiche:

Il dodecaedro è fatto con 975 pezzi;
ogni faccia ha 101 adesivi, per un totale di 1212;
sono state impiegate 20 ore per fare il master e gli stampi;
12 ore per le fusioni di tutti i pezzi;
30 ore per ripulire i pezzi e sabbiarli;
7 ore per l'assemblaggio;
6 ore per incollare gli adesivi.

E poi dicono a cosa serve la matematica.

(via)

19 commenti:

Ronkas ha detto...

Ma pensa te, ce n'è di gente strana a questo mondo eh.

zar ha detto...

Hai visto che meraviglia? La preparazione del "master", la "fusione" dei pezzi, la sgrossatura, il montaggio, la verniciatura...

ricciele ha detto...

mio dio che figata assurda
per fortuna non so fare nemmeno il cubo altrimenti ci morirei
a ogni modo è bellissimo da vedere!

cicci ha detto...

"E poi dicono a cosa serve la matematica"
bè in questo caso è facile.. a perdere tempo?^^

zar ha detto...

Solo in questo caso serve a perdere tempo...? :-)

Weissbach ha detto...

"E poi dicono a cosa serve la matematica"
Per non parlare della droga :-)

Sai, dovresti evidenziare il fatto che
FUNZIONA VERAMENTE.

Secondo me non tutti lo sospettano,
perché è difficile crederci.

zar ha detto...

Dici che funziona veramente il dodecaedro, o tutta la matematica in generale...?

Anonimo ha detto...

Grazie per la verifica di oggi "Zar".
Avevo giusto bisogno di un 2...

"E poi dicono a cosa serve la matematica"

Risposta: Ha costruire dodecadri,
giudicate un po' voi...

zar ha detto...

Eh, chi è causa del suo mal pianga sé stesso...

Ronkas ha detto...

Suggerisco all'autore anonimo di ripassare anche italiano in attesa del prossimo compito.

Tornando al dodecaedro: mah.
Carino eh, ma non mi dice nulla, continuo a pensare che la matematica abbia veramente poco a che fare con la bellezza.
Con tutto rispetto eh.

zar ha detto...

Ronkas, eccoti un manoscritto autografo di Hermann Zapf: qua.

Ronkas ha detto...

Non capisco come quel jpggone dovrebbe convincermi del contrario.

zar ha detto...

Dico, uno scritto autografo di Hermann Zapf. Qualunque cosa dica, è da considerare con venerazione... :-)

Lo avevo già citato qua.

Ronkas ha detto...

L'unica cosa "artistica" che esiste in matematica è e^x. Quel piccolo bastardo, nonostante sia un po' egocentrico, è l'unico che ha pietà dei poveri studenti, comportandosi bene in ogni occasione.

C'è invece della roba aberrante, vedi serie, o anche quelle sceme delle arcotangenti che si nascondono sempre e fan sudare... no, non c'è proprio nulla di artistico in matematica.

Piotr ha detto...

Ronkas, credo che la tua visione dell'arte sia molto poco realistica. L'arte gronda sudore sempre. E la bellezza nella matematica... beh, la bellezza è promessa di felicità, è un focalizzatore di emozioni, è un passaporto verso l'elevazione. Tutte cosa che la matematica puo fare: emozionare, elevare, rendere felici. Non a tutti, certo, ma neppure Michelangelo, Mozart e Shakespeare riescono a parlare a tutti.

zar ha detto...

Per esempio: io vado in brodo di giuggiole quando vedo il quadrato bianco su fondo bianco di Malevich, ma capisco che non a tutti possa comunicare qualcosa (e spesso chi mi sente fare commenti sulla meraviglia di quel quadro si allontana scuotendo la testa)(spesso anche io mi domando se sto facendo lo scemo o se mi piace davvero)(poi concludo che c'è qualcosa di sublime e che se gli altri non lo vedono son problemi loro :-) ).

Ronkas ha detto...

Beh, magari Shakespeare non a tutti, ma cavolo, di sicuro a più persone di "quadrato bianco su sfondo bianco".

Sono d'accordo che non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace; ma c'è un limite anche al relativismo.

Anonimo ha detto...

In ogni caso...è stata inventata anche una sfera di rubik e sembra che sia destinata a divenire la futura malattia di molti annoiati...fonti:http://www.webste.it/sfera-rubik.html

zar ha detto...

Uhm, carino...