lunedì 23 marzo 2009

La Guardia cittadina

Me lo avevano detto che i libri di Terry Pratchett sono suddivisi in varie saghe, pur essendo ambientati sempre nello stesso mondo. Mi avevano anche detto che un profano non dovrebbe leggerli partendo dalla prima, quella di Scuotivento. Io però sono molto puntiglioso su queste cose: devo partire dall'inizio e procedere in ordine (anche se, davanti alla saga di Guerre Stellari o la ciclo della Fondazione di Asimov mi trovo un po' a disagio).

Insomma, sono partito proprio dalla saga di Scuotivento, che mi ha divertito, ma niente di più. Poi sono passato alla saga delle streghe, molto carina; poi Morte, uno dei personaggi migliori del mondo disco. Poi, finalmente, sono arrivato ai romanzi della Guardia: spettacolari.

Image of A me le guardie!Image of Uomini d'armeImage of Piedi d'argilla

Oltre al livello dell'umorismo c'è dell'altro. Per esempio, la discussione sull'ateismo messa in bocca al golem di Piedi d'argilla è molto seria, e così pure il tema dell'uguaglianza tra "diversi" di Uomini d'arme. La biblioteca di Modena li classifica come libri per ragazzi, ma non è assolutamente così. I ragazzi certamente si divertiranno, ma gli adulti potranno fare anche riflessioni più profonde (pur continuando a divertirsi, naturalmente).

In più, i romanzi della Guardia sono gialli: c'è un morto, c'è un'indagine, c'è la soluzione finale. Ma per me questo è un aspetto secondario, a me interessano le storie che si evolvono, le relazioni tra i personaggi, mi interessa sapere se lui ama lei, se si rivedranno, se questo è davvero buono e quello davvero cattivo. Temo che questo sia indice di vecchiaia, ma forse no. C'è stato un periodo della mia vita in cui guardavo Sentieri, per dire.

7 commenti:

doc ha detto...

Ho conosciuto Pratchett da poco e sono solo all'inizio delle mie letture... per quel poco che ho letto concordo, e non vedo l'ora di arrivare al ciclo che hai recensito!!!

ricciele ha detto...

e magari anche vedevi "aspettando il domani" e "capitol"? :)))

zar ha detto...

No, eh, una basta e avanza. Capitol lo guardava mia moglie, però :-)

Ronkas ha detto...

Sentieri??
Ommammamia... Zar, stai proprio diventando vecchio, ti stai rammollendo!

Ma guarda te... strano! Come al solito sotto le croste più dure si nasconde sempre un cuore morbido e zuccheroso. :D

Sentieri...! AH!

zar ha detto...

Un momento, ho detto che un tempo (molto lontano) lo guardavo. Ora mi sono redento...

Anonimo ha detto...

Redento nel senso che è passato a seguire "Un posto al sole" ?

zar ha detto...

Nel senso che non seguo più quella roba, ora sono passato a Heroes (e prima a Star Trek).