giovedì 4 marzo 2010

Potevo dire di no?

Dice: vuoi partecipare al progetto COMETA? Chiedo: che roba è? Risponde: si tratta di prendere i migliori studenti di tutte le quarte della scuola e trattare una serie di argomenti, scelti in accordo con l'università. In pratica, a meno che tu non abbia idee veramente strambe che a quelli dell'università non vanno proprio giù, parli di quello che vuoi tu.

46 commenti:

topor ha detto...

occhio: sento odor di fregatura...

profema ha detto...

Io sento solo odore di progetti per la 'pubblicità' delle facoltà scientifiche. ma può essere divertente.

zar ha detto...

È un progetto di orientamento, eccellenza, approfondimenti trasversali, che fregatura vuoi mai che ci sia? Mal che vada non pagano :-)

Ronkas ha detto...

Mica roba di matematica spero...
Fategli fare qualcosa nell'open-source, regular expressions, phyton.

Ma mica matematica eh..

zar ha detto...

Matematica matematicissima, naturalmente (l'altra roba la fanno gli altri). Giochi, in particolare. Con applicazioni al calcolatore (non posso proprio fare quello che voglio io, bisogna che trovi un accordo, anche se i margini sono molto elastici).

topor ha detto...

va bè ,ma mica ridurvi a stupire con effetti speciali per far credere che la matematica è divertente, tutta giochini, poi i polli ci cascano, si iscrivono, e zac!, scoprono la verità...

blackcode ha detto...

lol python

zar ha detto...

python è togo

Ronkas ha detto...

Ma che scatole.
Fate qualcosa di vagamente utile almeno, tipo "arte".

Mettili sotto con photoshop e frattali, quello sì che è divertente.
E almeno vedi qualcosa. I giochini che applicano teoremia caso è roba nerz che non serve a molto o sbaglio..?

zar ha detto...

La matematica è la più elevata delle arti, vamolà.

E poi, vuoi mettere l'arte con la conoscenza del metodo per vincere a Monopoli?

Ronkas ha detto...

Beh effettivamente continuano ad essere più carini i frattali.
Monopoli è palloso, penso di averci giocato una volta nella vita. E quell'unica volta la partita è durata così tanto che all'una gli zii sono andati a casa e mi hanno decretato vincitore.

blackcode ha detto...

Sinceramente anche io preferirei i frattali, ma non disprezzo l'uso della magia nera per vincere a Monopoli.

zar ha detto...

Ma, i frattali? Cosa gli fai vedere? Qualche programmino per fare delle belle figure, poi?

blackcode ha detto...

Per quanto riguarda me, ho soltanto posto una preferenza ai frattali rispetto a monopoli, giustamente ci sono cose più interessanti ed/o convolgenti.

Ma penso che lo scopo di discutere di frattali sia proprio quello di uscire dalla semplice idea di "belle figure" capendone la costruzione etc.

Magari poi codare un bel programmino per disegnarne in ascii :)

zar ha detto...

Scrivere un programma per fare frattali non è banale (se vogliamo usare i frattali per disegnare alberi, montagne, nuvole, fuochi, cose così). E poi si può fare poca teoria.

Coi giochi si possono fare tante belle cosine in più, e poi a me piacciono :-)

Dovrei parlare anche di algoritmi genetici, altro che disegnini coi frattali.

topor ha detto...

voglio il metodo per vincere a Monopoli!!!!!!!!!!!

zar ha detto...

eh eh eh

Ronkas ha detto...

Che sviolinata.

Frattali for the win:
della teoria si può stare a un livello più generale e se ne possono studiare le applicazioni.

ho digitato "fractal applications" su Google e già il primo risultato sembra interessantissimo e assai succoso: spazia da Star Trek all'anatomia umana, dalla chimica all'astronomia.

Valà, Monopoli... è completamente fine a se stesso. Ma questo gusto di slegarsi dalla praticità temo sia un vezzo intrinseco alla matematica avanzata (o ai matematici che vogliono fare gli alternativoni?)

ogni modo, de gustibus n.d.e.; se producete qualcosa di interessante leggo volentieri, come al solito.

zar ha detto...

Ma secondo te gli studenti sono in grado di scrivere programmi di quel tipo (montagne frattali di Star Trek)? E io di cosa dovrei parlare, poi? Dell'algoritmo per fare le montagne?

Ronkas ha detto...

Magari non possono scriverli, ma fare un'overview anche solo per beneficio di inventario sembra molto più fico no?

zar ha detto...

Mh, l'idea è che dovrebbero imparare qualcosa, fare qualcosa loro.

Ronkas ha detto...

Allora vai sui principi della crittografia, è molto molto molto più interessante del monopoli e sembra fattibile.

zar ha detto...

Bravo, quelli infatti li fanno già nella parte gestita dagli universitari. (La prima lezione di cui parlavo qualche commento fa)

topor ha detto...

e allora, 'sto metodo per vincere a Monopoli??

zar ha detto...

Aiutino: prima o poi tutti vanno in prigione.

topor ha detto...

se la devi prendere così alla lontana ti mando al Vicolo Stretto senza passare dal Via!!!!!

zar ha detto...

Tutti vanno in prigione e si tirano sempre 2 dadi, anche per uscire.

topor ha detto...

a meno che tu non abbia pescato la carta delle probabilità che ti fa uscire (questo "elemento irrazionale" come lo consideri?)
E poi non è vero che tutti vanno per forza in prigione. E' statisticamente probabile, ma non è affatto certo.
Ti prego, vai avanti, puoi dirmi anche più di una cosa alla volta....

zar ha detto...

Vabbè, "tutti" dal punto di vista statistico significa che, se tiri abbastanza volte il dado, prima o poi ci vai. E questo è un elemento che disturba il normale "circolare" delle pedine. Quando poi esci di prigione, riparti sempre dallo stesso punto, lanciando due dadi. E i punteggi da 2 a 12 non sono equiprobabili. Quindi...

topor ha detto...

Quindi.... comprare i tre Marroni (con tre begli alberghi annessi)??!!!

zar ha detto...

Già, la posizione intorno a +7 dalla prigione è più frequentata delle altre...

topor ha detto...

Allora:
tenuto conto che la casella numero 7 dopo la Prigione è una casella delle Probabilità (...)
tenuto conto che prima o poi (come dici tu...) tutti finiscono su "tassa di Lusso" o "tassa Patrimoniale" o pescano una carta che non li fa passare dal Via (con conseguente drastico calo delle proprie finanze disponibili)
tenuto conto di anni di esperienza con la più spietata giocatrice di Monopoli dell'orbe terracqueo (mia figlia), durante i quali chi aveva comprato i tre Marroni aveva quasi sempre clamorosamente perso (a meno che non possedesse anche e soprattutto un set di proprietà sull'ultimo lato)
ti dico:
primo: non hai mai giocato DAVVERO a Monopoli.
secondo: la mia tecnica più collaudata per vincere è comprarsi tutte e quattro le Stazioni: costano poco, rendono molto, non danno nell'occhio e sono equamente sparse per la plancia. Micidiali.
Getto il guanto della sfida a quando vuoi

zar ha detto...

Quello che dici non è paragonabile: tu hai bisogno di 4 contratti, questo sistema ti dice invece quali sono le caselle che vengono visitate più spesso. Non basta saperlo per vincere...

topor ha detto...

Tu hai detto che avevi un "metodo per vincere a Monopoli".
Invece puoi solo dirmi quali sono le caselle visitate più spesso, cosa comunque opinabile, perchè in prigione ti ci manda una sola casella, oppure il caso che ti fa pescare una carta, ed è un evento che capita mediamente solo un paio di volte in una partita, a fronte di tutte le altre caselle toccate in virtù del semplice "girare" per la plancia. La tua considerazione può benissimo valere anche per la casella "Via", dalla quale parti sempre almeno una volta, più tutte le volte che ti ci manda una carta "Imprevisti" o "Probabilità" (e allora possedere Bastioni Gran Sasso è una gran fortuna?!)
Hai bluffato (ma questo è Poker..)!
Il mio "metodo" è paragonabile al tuo, perchè come per le 4 Stazioni, occorre anche averli i contratti di quelle caselle visitate più spesso (e non è facile: o ti piovono dal cielo con la distribuzione iniziale, o devi saperci fare con i baratti).
Non è come la roulette, per la quale sì che sarebbe interessante che ci fossero delle "caselle visitate più spesso", sono troppe le variabili nel Monopoli per impostare un metodo matematico per vincere. Anche perchè molte di queste variabili dipendono dalla libera scelta del giocatore (e dai soldi che possiede), e non da un semplice lancio di dadi, o dalla conformazione della plancia (se no sarebbe il Gioco dell'Oca, eh)

zar ha detto...

No, il calcolo delle probabilità funziona così: non ti dà certezze, ma ti dice quello che succede ripetendo l'"esperimento" un gran numero di volte.

Tutte le caselle sono equiprobabili, regole speciali a parte, ma questo non vuol dire che tutte le caselle sono toccate lo stesso numero di volte in ogni partita.

Le regole speciali modificano un pochino queste probabilità, e quindi è più facile toccare una casella intorno alla zona +7 dalla prigione che non le altre.

Per quanto riguarda il Via, non ricordo se le regole speciali prevedano di passarci tante volte quante la casella prigione. Ad esempio, la regola dei tre tiri doppi vale solo per la prigione ma non per il Via. In virtù delle regole riguardanti il Via, comunque, è vero che la zona +7 dopo il Via è un pochino più frequentata rispetto alle altre zone.

Se fosse così facile vincere sempre a Monopoli, nessuno ci giocherebbe più :-)

Hanno dimostrato, per esempio, che due perfetti giocatori di dama (inglese) finiscono sempre le partite in parità, ma non per questo la gente smette di giocarci...

Ronkas ha detto...

...
mi aspettavo qualcosa di molto più efficace e cervellotico, questo alla fine è un trucchetto da giovani marmotte.
Alla faccia della matematicona!

Crittografia no... algoritmi di compressione?
Sarebbe divertente vedere registrando una lezione di matematica di quanto si comprime. LOL.

zar ha detto...

Ma infatti questa non è matematicona, vorrebbe essere un esempio di metodo di Monte Carlo (che, tradotto in soldoni, diventa prova e vedi che succede). Una applicazione facile della probabilità.

Perché dici la crittografia no? Quella la fanno, invece, con gli universitari.

Ronkas ha detto...

Eh crittografia no perché appunto hai detto che già la stanno fancedo.

Compressione, compressione!
La compressione MP3, video. Molto bello.

topor ha detto...

com'è che non vedo più i tuoi commenti al post?

zar ha detto...

Bello, google si è definitivamente mangiato i miei commenti a questo post.

Anonimo ha detto...

Invece il progetto COMETA è uno spettacolo :D La lezione sulla regina di Withoff è stata molto interessante.
Grande prof. (:

zar ha detto...

Chi sei, anonimo...?

Anonimo ha detto...

Un ragazzo che partecipa al progetto Cometa :P

zar ha detto...

Bene, dammi qualche indizio in più :-)

Anonimo ha detto...

Maletti di 4aF :D
Stavo cercando qualcosa inerente alla storia del Monopoli di oggi ed è uscito questo blog (:

zar ha detto...

Allora avrai trovato anche tutta la roba sull'RSA...