martedì 24 maggio 2011

Tiffany

A me piacciono i romanzi per ragazzi (almeno quelli intelligenti). Sarà perché ho tre figli, o per via della sindrome di Peter Pan, fatto sta che li leggo volentieri.

Bene, questa volta ho letto qualcosa di Terry Pratchett: si tratta del ciclo di Tiffany, di cui finora sono stati tradotti in italiano soltanto tre volumi.

More about L'intrepida Tiffany e i piccoli uomini liberi

Nel primo (L'intrepida Tiffany e i Piccoli Uomini Liberi, Oscar bestsellers, 9€) Tiffany è una bambina di nove anni che scopre pian piano di essere una strega, come sua nonna. Nel mondo di Terry Pratchett le streghe non sono proprio come noi ce le immaginiamo: non è detto che abbiano verruche sulla faccia, bitorzoli sul naso, rughe (anche se questo, a volte, aiuta). Non devono obbligatoriamente essere vecchie e brutte. Non sono cattive, ma sono lì per aiutare, o per lo meno per fare andare le cose come dovrebbero andare. E, soprattutto, non sanno assolutamente nulla della faccenda di ballare senza mutande nelle notti d'estate.

Le streghe vivono sulle montagne, e dalla solida roccia traggono il loro potere. Tiffany è un po' anomala, perché vive su colline di gesso, e il gesso non è una roccia molto stabile e solida. Eppure…

Fanno compagnia a Tiffany i piccoli ometti blu detti Nac Mac Feegle, fatine-maschio (ma ci sono anche le femmine) puzzolenti, sbevazzoni, dediti a risse, furti, schiamazzi. L'antitesi dei Puffi, in sostanza. Meravigliosi.

More about Un cappello pieno di stelle

Nel secondo (Un cappello pieno di stelle) Tiffany ha undici anni, e sta cominciando a prendere coscienza delle sue capacità. E il vero potere di una strega è capire gli altri, sapere quello che gli altri non sanno, e non usare la magia.

Nel descrivere le colline di Tiffany, chiamate Il Gesso, Terry Pratchett ha in mente una particolare zona dell'Inghilterra, i dintorni di Uffington. Leggete il libro per scoprire il perché.

More about La corona di ghiaccio


Nel terzo (La corona di ghiaccio, Mondadori, 17€) Tiffany ha tredici anni, è più consapevole dei suoi poteri, e comincia a rendersi conto dell'esistenza dell'altra metà del mondo. Ha bisogno di una guida e, perciò, frequenta altre streghe più anziane e, quindi, più esperte. E come non citare Nonnina Wheatherwax e Nonna Ogg, quando si parla di streghe anziane ed esperte?

Le storie sono un po' più lineari e con qualche livello di lettura in meno, rispetto a quelle per adulti di Pratchett, ma sono comunque gradevoli e per niente noiose. Anche per un adulto.

6 commenti:

eriadan ha detto...

@ tutti, rischio spoiler
La faccenda dell'equilibrio e di come come risolve il finale della corona di ghiaccio io l'ho trovato davvero straordinario.

zar ha detto...

E nonostante il fatto che sia solo una storia "per bambini"...

juhan ha detto...

Terry è il mio autore di riferimento. Anche se solo per la serie del Mondo Disco che traducono molto lentamente ma si può leggere benissimo in originale.

eriadan ha detto...

@juhan
I'm totally disagree with you.
L'inglese di Pratchett, secondo me, non è per nulla facile, tra modi di dire, slang pescati dalla cultura inglese e giochi di parole una persona anche con una buona conoscenza di inglese spesso e volentieri rischia di perdersi un sacco di colore. Poi ovviamente la trama si capisce ma si perdono un sacco di battute

juhan ha detto...

@eriadan
hai parzialmente ragione; qualcuno me lo perdo, devo andare più piano ma ci guadagno anche per le cose intraducibili.
Alle volte mi chiedo se devo preoccuparmi...
Invece ci sono autori illeggibili (Neal Stephenson) (che a dire il vero è illeggibile anche tradotto).
Poi ci sono quelli giocosi che è bene leggere in originale, per dirne uno (anzi due) Quenueau e Perec.

zar ha detto...

(Ehi, Eriadan, hai voglia di partecipare con qualcosa di tuo a un ebook sulla scuola?)