venerdì 6 aprile 2007

Analogie

Lei: bella, atletica, intelligente, perfetta. È una scienziata.

Lui: bello, atletico, intelligente, perfetto. Ha un profilo più vario, ma, riassumendo, si può dire che è impegnato nelle “scienze umane”. Potrebbe essere un linguista o uno storico dell'arte. Ma anche un oceanografo.

Il Cattivo: la sua identità è segreta, solo alla fine si scopre chi è. Durante la prima parte della storia, sembra essere il Buono.

Il Buono: durante la prima parte della storia sembra essere il Cattivo. Verso la fine si scopre invece che lui è il vero Buono, mentre quello che si pensava essere il Buono è in realtà un pazzo scatenato.

Il Sicario: va in giro a uccidere tutti quelli che si trova sulla strada, ma ha un suo rigore morale. Ubbidisce solo agli ordini del Cattivo, è incorruttibile. Alla fine muore.

Il Mistero: Lei e Lui indagano sul Mistero, il Buono sembra ostacolarli (ma non è così), il Cattivo sembra aiutarli (ma non è così). Il Sicario uccide tutti quelli che potrebbero aiutarli.

Dite voi il titolo della storia. Io ne ho lette quattro, tutte uguali, tutte dello stesso autore. Condite da errori grossolani (nelle prime, evidentissimi; nell'ultima, più nascosti). Pare che presto uscirà la quinta: scommetto sulla struttura della trama.

3 commenti:

fre ha detto...

Parla dei libri di Dan Brown...Il Codice Da Vinci, Angeli e Demoni, Le Verità del Ghiaccio e Crypto... inconfondibili... io li ho adorati ma in effetti sì, hanno queste caratteristiche che sono uguali in tutti e 4!

professore ha detto...

Ottimo. Si leggono volentieri, ma sono proprio tutti uguali :-) E ci sono varie assurdità, soprattutto nei primi, che ti fanno cadere le braccia...

Fiorellino ha detto...

Sì, anche prima di aver letto i commenti avevo capito che si trattava di Dan Brown. Solo che io, dopo il Codice e Angeli e Demoni, mi sono fermata. Mi sembrava di leggere qualcosa che già sapevo.