venerdì 29 settembre 2006

Soddisfazioni

La crisi di mezz'età mi ha preso sul piano fisico: da qualche anno sono iscritto a una palestra dove si pratica lo sport che facevo da bambino, il judo.

Già è una soddisfazione sentirsi alla pari di ragazzini che hanno la metà dei tuoi anni, ma quest'anno c'è una novità: si è iscritto un mio ex-studente. L'ho avuto al biennio, in seconda gli ho dato il debito, lui mi ha odiato con tutto il cuore, e amici come prima. Al triennio era iscritto in un'altra sezione, quindi non ci siamo visti (cioè non gli ho messo voti), e l'anno scorso si è diplomato. Ora frequenta il primo anno, informatica.

Bene, dopo un paio di serate in cui ci siamo limitati ai saluti, le chiacchiere, cosa fai adesso, dove ti sei iscritto, ma sa prof che non mi doveva dare il debito, e cose così, ieri mi dice:

"Ma io, adesso, come devo chiamarla? Perché mi viene da dire 'prof', ma lei non è più mio prof, quindi..."

Risposta: "chiamami pure come vuoi, non c'è problema".

Poi ci siamo messi le mani addosso e ce le siamo dati di santa ragione (sempre secondo le regole, naturalmente). È stato molto liberatorio, per lui - ma anche per me.

2 commenti:

Gillen ha detto...

Potrei iscrivermi, sa? :P

professore ha detto...

Benissimo!